Il "Premio Nazionale per la Traduzione" 2005
assegnato a "Il Veltro Editrice" di Roma

Il Ministero per i Beni e le Attività  Culturali, nell'ambito delle misure a favore della traduzione, disposte dallo stesso Ministero con Decreto del 4 febbraio 1988, ha istituito i "Premi Nazionali per la Traduzione".

Una Commissione di esperti, presieduta dal Ministro per i Beni e le Attività Culturali, esprime pareri sulla assegnazione dei Premi.

I "Premi Nazionali per la Traduzione" relativi all'anno 2005 – sono quattro premi indivisibili da conferire, quale riconoscimento di superiore merito per l'attività svolta, rispettivamente a:
  • un traduttore in italiano di una o più opere da altra lingua;
  • un traduttore in lingua straniera di una o più opere in italiano;
  • un editore italiano per opere tradotte da altre lingue;
  • un editore straniero per opere in italiano tradotte in altre lingue.
La Commissione, ai fini della deliberazione per il conferimento dei premi, giudica, per gli editori italiani, l'impegno culturale e promozionale delle iniziative assunte. In particolare sono valutati linee e programmi, nei quali le traduzioni – anche in rapporto alle dimensioni della Casa editrice e alle condizioni nelle quali essa opera – rivestano un ruolo particolarmente significativo.

Il "Premio Nazionale per la Traduzione" 2005, per l'editore italiano di opere tradotte da altre lingue, è stato conferito all'unanimità dalla Commissione di esperti a 'Il Veltro Editrice" con la seguente motivazione:

«Perseguendo una politica di premiazione e di attenzione nei confronti di piccole e medie realtà editoriali dall'alto profilo culturale, capaci di onorare con la loro attività l'ambito della traduzione letteraria, la Commissione, unanimemente, decide di conferire il Premio Nazionale per la Traduzione alla Casa editrice Il Veltro, della quale si apprezzano in particolare le coraggiose scelte di catalogo imperniate su opere storiche di alto profilo scientifico tradotte con grande cura.
Le importanti opere pubblicate, nel corso degli ultimi anni, hanno fatto conoscere in Italia illustri saggisti inglesi, americani, tedeschi, francesi, russi, studiosi in particolare della storia di Venezia; le traduzioni sono state curate da qualificati traduttori, che collaborano ormai da anni con la Casa editrice, e hanno ottenuto ampi riconoscimenti nel mondo accademico sia italiano sia straniero.»

Stampa