BERTHOLD WALDSTEIN-WARTENBERG
STORIA DEI CONTI D'ARCO NEL MEDIOEVO
STORIA DEI CONTI D\'ARCO NEL MEDIOEVO
Benché i signori d'Arco, successivamente divenuti conti d'Arco, appartenessero ad una delle più illustri famiglie del Principato Vescovile di Trento, la ricerca storica non se n'era ancora occupata.
Con questo saggio, Berthold Waldstein-Wartenberg colma tale lacuna. Il volume è frutto di una ricerca sistematica condotta dall'Autore sui ricchi archivi della famiglia Arco e sui carteggi degli Arco con i Gonzaga, i Visconti, gli Sforza e i Dogi di Venezia.
La Contea d'Arco nel XV secolo aveva i medesimi diritti goduti dalle potenze dell'Italia settentrionale, anzi forse maggiori. La posizione strategica della proprietà terriera archense era alla base della privilegiata condizione. La valle del Sarca, pressoché inaccessibile, era protetta a Nord da strette e impraticabili mulattiere, mentre a Sud il lago di Garda e un valico presso Torbole costituivano l'unica possibilità di accesso alla valle; ciò aveva rappresentato fin dall'alto Medioevo un elemento di particolare vantaggio.
Con graduale trasformazione dell'arte militare, i signori d'Arco organizzarono sistematicamente, mediante nuovi acquisti ed erezione di castelli, la difesa della loro proprietà terriera con cui, fin dal XII scolo, gettarono le basi di una chiusa signoria territoriale.
Nel corso dei quattro secoli di storia familiare, di cui l'Autore si occupava, la posizione dei signori d'Arco - in seguito conti d'Arco - non segnò una notevole ascesa. Considerando che fin dall'alto Medioevo gli Arco dipendevano direttamente dall'Impero e disponevano nelle Giudicarie di parecchi contadini soggetti al loro impero militare e alla loro giurisdizione, la Reichsunmittelbarkeit (dipendenza immediata dall'Impero), ad essi conferita in occasione dell'elevazione della signoria a contea, rappresetò tutt'al piùil ripristino di una situazione giuridica.
Nelle conclusioni l'Autore ricorda come sin da antica data le relazioni dei conti d'Arco fossero piùassidue con il Sud anziché con il Nord. Pertanto la scoperta di nuove fonti archivistiche potrebbe portare un significativo contributo alla storia di una famiglia, che s'è iscritta con un notevole rilievo nel più ampio quadro delle vicende italian del Medioevo.
 indietro